Archivi

Bye bye, 2016

E, come ogni anno, eccomi qui a tirare le somme di questo 2016.
Un anno abbastanza positivo, per quanto mi riguarda; migliorabile, è vero, ma ci sono stati anni peggiori: ho conseguito il PET, ho terminato l’inventario dell’ENAL che portavo avanti da cinque anni, sono stata scrutatrice e quasi la metà delle mie letture è stata in inglese (un risultato più che buono per una che, fino a un paio di anni fa, odiava questa lingua XD).
Certo, c’è sempre qualcosa che manca, qualcosa che poteva andare meglio, qualcosa che, invece, si è rivelata un disastro, o quasi; ma, visto l’andazzo generale del 2016, mi accontento dei miei traguardi, con l’augurio che, nel prossimo anno, possa superarne altri.
Vorrei augurare un anno meraviglioso, ovviamente. Un anno senza brutte notizie, senza tragedie e calamità, naturali e non. So che è un’utopia, ma spero, comunque, che sia un anno ricco di soddisfazioni e risultati. Auguri a tutti!

Cos’hai fatto nel 2016 che non avevi mai fatto? ho fatto da scrutatrice ai due referendum; ho pubblicato un inventario; ho sostenuto un esame Cambridge (il PET); ho letto più di un romanzo in lingua originale (e non una riduzione scolastica); ho seguito delle serie TV interamente sub eng; ho prenotato da sola dei voli (fino ad adesso lo avevano fatto altri per me XD); ho bevuto vine brulé e mangiato pancake e dorayaki; ho scritto una fanfiction su Toshokan sensou; ho studiato diritto amministrativo; sono stata al Festival dell’Oriente; ho assistito a una partita di pallavolo della nostra nazionale; ho organizzato un pranzo di matrimonio; sono stata a Salerno e sul lago Lacena; sono stata in una SPA; ho visto dal vivo John Peter Sloan e Michele Riondino (con tanto di foto e autografo!).

Hai mantenuto i buoni propositi fatti l’anno scorso, e ne hai nuovi per il 2016? L’anno scorso scrissi queste parole: “ripropongo la certificazione d’inglese, perché non ce l’ho ancora, un lavoro più stabile, leggere più manga e Guerra e pace e riprendere il giapponese”. Di queste, ho mantenuto solo la prima: non ho ripreso Guerra e pace (anche se ho visto la miniserie della BBC), i manga sono ancora lì che mi attendono e, per quanto per qualche settimane abbia fatto qualche lezioncina di giapponese, non l’ho proprio ripreso. Tutto sommato, però, poteva andare peggio. XD

C’è stata qualche nascita tra le persone a te vicine? Sì, per fortuna! Sono ormai una zia acquisita veterana! XD

C’è stata qualche “dipartita” tra le persone a te vicine? Per favore, eh. Quest’anno, fra personaggi famosi, persone che conosco, altre vicine a persone che conosco e gente morta in attentati e in incidenti abbiamo fatto l’en plein. -__-

Quali nazioni hai visitato? Solo l’Italia. A meno che non valgano i padiglioni del festival dell’Oriente. XD

Cosa vorresti avere nel 2017 che ti è mancato nel 2016? Un lavoro stabile.

Quale data del 2016 rimarrà nella tua memoria? Il 12 luglio, giorno dell’incidente ferroviario tra Corato e Andria. Ma ne ho parlato già abbastanza all’epoca.

Qual è stato il tuo più grande risultato di quest’anno? Il PET e la pubblicazione dell’inventario dell’ENAL.

Qual è stato il tuo più grande fallimento? Non aver trovato un lavoro stabile.

Hai avuto malattie o incidenti? No, ma ad agosto ho avuto un fortissimo dolore al piede sinistro e ultimamente ho spesso dolori al collo. -_-

Qual è stato il tuo miglior acquisto? Il mio nuovo, fighissimo, cellulare! *_*

Quale avvenimento ha meritato d’essere celebrato? L’inventario e la certificazione. Ma non li ho mai festeggiati. XD

Quale avvenimento ti ha depresso? I requisiti richiesti al concorso MiBACT, sempre più assurdi e folli. Troverò mai un lavoro nel settore che amo tanto e per cui ho speso tanti soldi senza dovermi svenare per una formazione sempre più specialistica e sempre più costosa?

Che fine ha fatto il tuo denaro? Uscite, manga e corso d’inglese.

Cosa ti ha davvero emozionato? L’aver preso un voto così alto alla certificazione. Non ci avrei mai creduto: quando Pasquale me l’ha confermato, me lo son fatto ripetere almeno una decina di volte. XD Avrà pensato che sono completamente scema. XD

Quale canzone o album ti ricorderà il 2016? Questa e quest’altra canzone.

Rispetto all’anno scorso, sei: più o meno felice? più o meno grassa? più o meno ricca? Più grassa, perché faccio una vita più sedentaria; più povera, perché non guadagno granché e sono aumentate le spese; meno felice, perché i momenti giù superano di gran lunga quelli in cui mi sento positiva.

Cosa avresti voluto fare di più? Credere in me stessa.

Cosa avresti voluto fare di meno? Deprimermi.

Come hai trascorso il Natale? Prenotando le vacanze ad altri. XD Oltre a questo, quest’anno sono venuti a pranzo la famiglia di Marica e quella di Ammarita e il ragazzo di mia sorella. Eravamo in 12.

Con chi passi più tempo al telefono? Simona.

Ti sei innamorata nel 2016? No.

Quante avventure di una notte nell’ultimo anno? Continuo ad essere una ragazza troppo seria per fare queste cose. U_U

Qual è stato il tuo programma tv preferito? Peaky Blinders e Haikyuu!!!

Qual è stato il più bel libro che hai letto? Le fatiche di Apollo: l’oracolo nascosto, di Rick Riordan.

Qual è stata la tua migliore scoperta musicale?  Questa canzone. E pensare che l’anime devo ancora proseguirlo. XDD

Cosa hai voluto ed ottenuto? Il PET.

Cosa hai voluto e non ottenuto? Riprendere a scrivere a pieno regime.

Quali sono stati i film migliori dell’anno? Quest’anno ho visto parecchi film che mi sono piaciuti: The danish girl, Animali fantastici e dove trovarli e Your name in primis. Mi raccomando, vedetelo a gennaio! è__é

Cosa hai fatto il giorno del tuo compleanno, e quanti anni hai? 32. A dire il vero non mi andava di far niente, ma alla fine venne a pranzo un’amica e il ragazzo di mia sorella e restammo tutto il pomeriggio a chiacchierare; la sera prima, invece, offrii ad alcuni amici un cornetto.

Come descriveresti il tuo concetto personale di moda per il 2016? Tutti quei colori sgargianti mi fanno troppo schifo per avere un’opinione in proposito. XD

Cosa ti ha mantenuto in salute? Sono una persona all’antica, io: non prendere freddo, metti la sciarpa ed evita le correnti d’aria. Poi,  Vivinci e ActiveGRIP se proprio sei stato fregato. XD

Quale personalità ti ha affascinato? Affascinato nessuno, ma mi piace un sacco Shaneid, una ragazza che insegna inglese presso la scuola che frequento. Non so perché sinceramente, ma l’adoro! <3

Quale tema politico ti ha appassionato maggiormente? I due referendum.

Cosa/chi ti è mancato? Un fucile, per far fuori certi coglioni. Sì, ok, scherzo. Ma anche no. -> questa la riciclo ancora una volta, ma aumento la dose: più che un fucile ci vorrebbe un asteroide che faccia fuori gli esseri umani in generale. Facciamo troppo, troppo schifo.

Qual è stata la persona migliore che hai conosciuto? Quest’anno ho conosciuto varie persone, soprattutto al corso d’inglese, ma la persona che mi viene in mente è Annarita. Ci conosciamo da qualche anno, ma è stato quest’anno che abbiamo stretto più amicizia e abbiamo preso la sana abitudine di andare a prenderci un’HB al pub. XD

Raccontaci una lezione di vita importante avuta dal 2016: “Quando credi di aver visto tutto, gli esseri umani riescono a stupirti. In negativo.”

Una strofa di canzone che riassuma l’anno trascorso: prima o poi riuscirò a trovarla. Neanche quest’anno è uno di quelli, però! XD

Buoni propositi per l’anno nuovo. Ma sì, proviamoci anche quest’anno! XD Un viaggio all’estero, possibilmente in terra anglofona per migliorare il mio inglese, prendere il First e trovare un lavoro stabile, possibilmente che mi piaccia e leggere più libri, soprattutto in inglese – o almeno più difficili rispetto a quelli letti quest’anno. Chissà se ce la farò! XD

Intervista sui personaggi

Questo meme l’ho rubato a Nykyo.
 
La regola è questa: Parlatemi di uno dei vostri personaggi preferiti, che sia conosciuto o inventato da voi. 16 domande (anche se mi sono accorta che una si è persa strada facendo. XD).
 
Allora, visto che io scrivo sia fanfiction che originali, vuol dire che parlerò di due personaggi, uno originale e uno da me molto sfrutt- ehm, su cui ho scritto molte fanfiction. U_U
 
1. Qual è il vostro personaggio preferito? Perché?
Enrico (originale) e Chiaki (Nodame Cantabile).
Non è che siano i miei preferiti, ma li ho scelti perché scrivere su di loro è stato un vero piacere. Enrico è quello che, da essere una macchietta, ha imposto la propria presenza con tale forza che alla fine gli ho dedicato anche una spinoff (ed è stato il personaggio preferito di molti lettori); Chiaki, invece, è stato l’unico che abbia deciso di collaborare a questo gioco: Tsukimori (La corda d’oro) mi ha guardato dall’alto in basso schifato, mentre Sanzo (Saiyuki) mi ha puntato una shoreiju senza tanti complimenti. -.-
Chiaki: veramente io sono stato costretto da Nodame. Ma tra te e lei, preferisco le tue domande.
Ehm… proseguiamo che è meglio. ^^
 
2. Qual è la cosa più brutta che gli sia accaduta nella vita?
Con Chiaki l’autrice si è divertita parecchio: ha rischiato di annegare, ha paura di volare per uno shock avuto da bambino, quindi (fino al decimo volume del manga) è bloccato in Giappone senza poter raggiungere il suo amato maestro, Viera, in Italia. Dulcis in fundo, la sua fidanzata lo lascia (prima dell’inizio della storia). XD
Chiaki: no, la cosa peggiore è stata conoscere Nodame.
Io: Chiaki, l’intervistata sono io, non tu. E poi, dici così, ma so che non lo pensi!
Chiaki: Davvero? Ti ha mai invitato a pranzo?
Io: Ehm… ^^ Dicevo, Enrico è uno dei personaggi più allegri e simpatici che abbia mai creato. A guardarlo, sembra quasi che problemi in vita sua non ne abbia mai avuti, ma ovviamente dietro la sua aria sempre allegra si nasconde un ragazzo che a 12 anni ha scoperto di amare gli uomini e ha dovuto lottare per accettarsi e farsi accettare; durante la sua adolescenza ha capito che lui viene prima di tutto e sa esattamente cosa vuole dalla vita. Però ha un padre assente, una madre che, per quanto l’abbia capito che non può cambiare la sua natura, sogna ancora che suo figlio le presenti una fidanzata e una sorella – minore e un po’ rompiscatole – che è però la sua prima fangirl.
 
 
3. C’è una scena o un momento della sua vita che vi ha colpito particolarmente ma che avete deciso di non inserire nella sua storia? Perché questa scena è stata eliminata?
Nodame Cantabile non l’ho scritto io, quindi, non essendo l’autrice originale, ho preso il personaggio così com’era. Ninomiya-sensei ha lasciato poco al caso, quindi io mi sono divertita molto a descrivere qualche missing moment divertente e possibili sviluppi quando ancora il manga era in corso.
Su Enrico, no, veramente no. Il momento della sua vita che più amo è proprio quello che ho descritto nella spinoff. In realtà mi piacerebbe sapere, chi tra Enrico e Luca fa la proposta di matrimonio, ma, per quanto Enrico insista perché lo scriva, non credo che lo farò mai. Perché? Sostanzialmente perché sono fatti loro. XD
 
 
4. Qual è il segreto più segreto di questo personaggio?
Dovrei contattare l’autrice originale per questo. XD
Quello di Enrico invece non ve lo dico: se non l’ha mai detto a nessuno, neanche a Luca, ci sarà un motivo. U_U
 
5. Cosa sapete su questo personaggio che lui/lei non sa ancora?
Chiaki non sa ancora che un giorno sarà un papà più protettivo dei padri del sud Italia. Sospetto che sia colpa del fatto che teme più cosa combinerebbe la mamma che il mondo esterno, ma XD
Enrico, a pensarci bene, credo proprio di sapere chi tra i due farebbe la proposta. Ma ovviamente non te lo dico. U_U
 
6. Se rincontrasse il/la suo/a ex cosa gli/le direbbe?
Chiaki l’ha incontrata. XD È una scena del manga.
Enrico non ha un vero e proprio ex, visto che prima di Luca ha avuto solo avventure. Quindi diciamo che un cenno del capo come saluto basterebbe.
 
7. Cosa fa il sabato sera quando è costretto a rimanere a casa da solo mentre i suoi amici (se ne ha) si divertono senza di lui?
Chiaki NON esce il sabato sera. Lui lavora sulle partiture (è direttore d’orchestra).
Enrico rimarrebbe a casa a provare un nuovo gioco per pc appena uscito, poco ma sicuro.
 
8. Qual è il suo primo ricordo?
Quello di Chiaki forse è Viera-sensei. XD
Quello di Enrico, uhm, non so, qualche guaio combinato all’asilo per cui era stato sgridato o punito.
 
9. Se potesse tornare indietro nel tempo per rivivere una giornata del suo passato, quale sarebbe?
Chiaki? Una con Viera-sensei, quando era piccolo.
Enrico probabilmente tornerebbe a quella in cui litigò con Luca per evitare di essere meno cretino.
 
10. C’è qualcosa o qualcuno che proprio non sopporta? Perché?
Chiaki non sopportava un sacco di cose, almeno prima di conoscere Nodame: è una persona puntuale e precisa, in tutto quello che fa, che si impegna e sa che i propri risultati sono frutto dell’impegno e della costanza e che non piovono dal cielo. Nodame, invece, è l’opposto, e incarna la sbrigatività e il disordine, che lui odia.
Enrico invece non sopporta chi non ha obiettivi nella vita. E, ovviamente, gli omofobi.
 
11. Ha un portafortuna?
Un, come diavolo chiamarlo? copricapo per l’impugnatura? per la sua bacchetta, regalo di Nodame. Non che lui ci creda, eh. XD
Enrico non ne ha, ma penso che il videogioco regalatogli da Luca lo diventerà.
 
12. Ha qualche vizio o vezzo particolare?
Chiaki fuma. è_é *Nunzia odia il fumo*
Enrico ama i videogiochi: quando ne acquista uno nuovo, potrebbe restare giorni chiuso in casa a giocare.
 
13. Qual è la sua bugia preferita?
Chiaki ha paura di volare e dell’acqua. Non che siano bugie, ma è solo una questione psicologica, tant’è che poi vola addirittura in Francia e in giro per l’Europa, e poi di nuovo in Giappone.
Enrico: no, io non sono innamorato di Luca. È solo un mio caro amico. Sì, sì, ci crediamo tutti.
 
15. Se potesse passare il suo ultimo giorno con una persona (viva o morta) chi sceglierebbe? Perché?
Ambedue lo passerebbero con i propri partner, che domande! Chiaki cercherebbe di istruire Nodame su cosa NON fare, ne sono certa. XD
 
16. Se un giorno ti capitasse di incontrare il tuo personaggio in carne ed ossa, cosa succederebbe?
Questa fantasia è una delle mie preferite. XD Sicuramente tutti e due – in realtà tutti i miei personaggi – mi pesterebbero a sangue per tutto quello che faccio loro passare (Sanzo, sta’ lontano con quella pistola, grazie!). XD Nello specifico Chiaki me lo immagino sedersi accanto a me e controllare insieme i refusi (della serie, visto che scrivi su di me, fallo bene! XD), mentre Enrico mi stresserebbe per scrivere il famoso sequel in cui lui – finalmente – sposa Luca.
Enrico: Ecco, appunto. Adesso non c’è bisogno neanche che andiamo all’estero, visto che ci sono le Unioni Civili!
Io: ho detto di no. U_U A meno che Luca non voglia.
*Enrico fissa Luca*
Luca: …
 
Oddio, quanto mi sono divertita! *__* Era da un sacco che non parlavo con i miei personaggi. *_* Mi siete mancati! *li abbraccia tutti*
Avendolo preso, non taggo nessuno, ma chi vuole lo prenda. XD

Fanfiction play

Rubato a Tyrande (su Facebook). Non taggo nessuno: come sempre, chi vuole, lo faccia!

 

1) Nickname: Naco (da sempre, al massimo ci aggiungo un -chan)

2) Sito su cui hai postato la tua prima fanfic: EFP, quando ancora era un sito statico ed Erika postava a mano le storie. Mado’ che nostalgia! <3

2a) Nick dell’epoca?: Naco chan.

3) Cita il fandom, titolo, genere di una fanfiction che non dimenticherai mai: Eh, di fanfiction che non dimenticherò mai ce ne sono davvero troppe. Cito Saiyukiful, una parodia roundrobin su Saiyuki, perché è grazie a questo fandom che ho conosciuto le mie prime conoscenze on line – persone a cui sono ancora legata da una salda amicizia.

4) un fandom di cui non hai mai scritto, ma ti piacerebbe: Toshokan Sensou. Il fandom in italiano non esiste ancora ed è arrivato il momento che qualcuno ci pensi, e i fandom che nessuno fila sono la mia specialità. U_U (chissà quando, però. .__.)

5) a che età hai letto la tua prima rating rosso?: avevo 17 anni ed era su Dragon Ball, una Bulma e Vegeta, per la precisione. Mi pare sull’IM-FA (paleozoico, per i fanwriter di oggi. XD)

5a) ed è stata illuminante?: No, diciamo che a 17 anni avevo già letto dei romanzi con scene esplicite, quindi, come dire, non è che proprio pensassi ancora che i bambini si trovino sotto i cavoli o li porti la cicogna, eh. XDD  Più interessante fu il mio incontro con una storia rossa yaoi. Non è che ne rimasi sconvolta o che, ma fu il mio primo incontro con una scena omoerotica e la trovai… diversa. XD

6) personaggio che ammiri, ma di cui non hai mai scritto per paura di sminuirlo: Sherlock. Mi piacerebbe davvero TANTO scrivere su di lui, ma mi fa troppa paura.

7) personaggio di cui vorresti descrivere la morte: quella stronza di Georgie. La farei crepare vecchia, povera e sola. -> ecco, diciamo che, quando ho letto la domanda, non sapevo cosa rispondere, ma condivido questa risposta lettera per lettera, quindi la lascio volentieri (a lei, io aggiungerei tutte le eroine degli shoujo classici, tra cui Candy. Vi detesto TUTTE).

8) hai mai ucciso un personaggio?: Certo, Goku (di Saiyuki). Fu la prima cosa che Stefania mi fece notare appena Simona me la presentò. «Ah, tu sei quella stronza che ha ucciso Goku!» Grazie, Ste, ti voglio bene anche io! <3

8a) e com’è stato?: Goku si è divertito, in fondo, mentre Sanzo mi odia ancora per questo. (Sanzo: io non ti sopporto a prescindere. Io: Non avevo dubbi. -_-“).

9) ti sei mai ricreduta scrivendo di un personaggio che odiavi?: Nel senso che, scrivendoci su, ho imparato ad apprezzarlo? No, mai, anche perché raramente scrivo di personaggi che odio.

10) hai mai creato un OC?: Se intendi nelle fanficion, yes, e NO, non sono state delle Mary Sue o Gary Stu, parola dei lettori.

10a) se la risposta è sì, nome e cognome: Milena, Alessio e Luana. No, non avevano cognomi e certamente ora non perderò tempo ad inventarli.

11) quale avvertimento eviti in genere?: Death. Cioè, se un personaggio deve morire, preferisco saperlo mentre leggo, non me lo devi dire prima. E non-con. Di storie non consensuali è già piena la cronaca, grazie tante. E poi il rischio di trovare il tema trattato in maniera poco rispettosa e seria è troppo alto, e io leggo per rilassarmi, non per farmi venire l’ulcera.

12) su quale avvertimento sei curiosa di scrivere?: Boh, non saprei.

13) ironia, sarcasmo, commedia o demenzialità?: Ironia, sarcasmo e commedia. Possibilmente, insieme.

14) pensa al tuo scenario AU preferito. Ora pensa all’esatto opposto, quello che salti a piè pari: Allora, a me gli AU piacciono un sacco, perché mi diverte tantissimo vedere i miei personaggi preferiti in un altro contesto. A patto che siano IC – altrimenti crea un’originale, no? Mi va bene qualsiasi scenario, in realtà, basta che sia logico, ben scritto e, ripeto, con personaggi IC. Quindi l’esatto opposto, quello che salto a piè pari, è quello in cui, già dall’introduzione, capisco che sarà una originale camuffata da fanficion.

15) scegli una canzone da cantare in mezzo alla strada con un personaggio: Io penso che, se iniziassi a cantare le canzoni italiane e giapponesi degli anime o quelle dei film Disney con Nodame, lei mi seguirebbe a ruota senza batter ciglio. XDD

16) hai mai pensato/scritto di un amico rendendolo un OC?: OC in una fanfiction no; in una originale, sì. Chi? Ovviamente non ve lo dico. U_U

16b) Se no… prova!: Uhm, nella famigerata fic su Toshokan Sensou che vorrei scrivere un giorno, potrei mettere un personaggio che GUARDA CASO abbia i capelli ricci e gli occhiali come me, e che lavori PER PURO CASO in biblioteca con Shibasaki (e magari l’aiuti a darsi una mossa con quel poveretto di Teztuka).

17) qual’è l’errore in questa domanda?: qual è. L’avete trovato tutti, VERO?

18) dedica a tutti un consiglio grammaticale gratuito: il correttore di word fa schifo, e su questo siamo tutti d’accordo, ma salva da un sacco di erroracci molto imbarazzanti.

19) è nato prima il personaggio o la trama?: In teoria, la trama, ma in realtà la trama ruota attorno ai personaggi che alla fine decidono tutto loro e se ne fregano del proprio autore, quindi diciamo contemporaneamente. XD

20) hai un luogo dove sono le idee che rincorrono te e non viceversa?: Nel mio letto, mentre dormo.

21) Blocco dello scrittore: Ancora in corso. Cambiamo argomento, per favore.

21a) Quanto è durato?: dura da *conta* più o meno cinque anni, forse anche qualcosa in più.

21b) Rimedi? Consigli?: Nessuno, più ci pensi, più tenti e meno ci riesci. Lo so per esperienza personale, visto che mi è successo anche altre volte. L’unico consiglio che riesco a darmi è di pazientare, prima o poi le idee arriveranno. Nel frattempo, se proprio non si vuole abbandonare la scrittura, dedicarsi ad altro, come recensioni, articoli, un diario, anche solo per tenersi in allenamento.

22) Prosa o poesia?: Prosa

23) favola o fiaba?: Favola

24) fonte/i d’ispirazione?: Tutto.

25) cibo ideale mentre si scrive?: Non mangio mentre scrivo.

26a) oggi aprirai l’armadio e sceglierai un vestito da donna per il tuo personaggio maschile preferito. Scrivi la sua (sintetica) reazione: Se Ryo Saeba vedesse il contenuto del mio armadio, mi guarderebbe con un’espressione schifata, commentando che in confronto a me persino Kaori è una lady, e mi trascinerebbe a comprarmi qualcosa di decente, incurante della martellata che nel frattempo gli sarebbe arrivata. Oddio, m’immagino PERFETTAMENTE la scena. XD

26b) oggi aprirai l’armadio e sceglierai un vestito da uomo per il tuo personaggio femminile preferito. Uhm, credo che Nodame adorerebbe il pigiamone che uso come tuta per la casa.

27a) Unpopolar opinion sulla caratterizzazione femminile: (nel fandom) No, please, io le opinioni del fandom le ho sempre evitate come la peste.

27b) unpopolar opinion sulla caratterizzazione maschile: (nel fandom) com’è che persino il più stronzo genocida diventa un tenero cucciolone che nessuno ha mai realmente compreso? -> questa la quoto, visto che questo non avviene solo nel fandom.

28) questioni di coppia (sì o no): adoro le questioni di coppia! *_* (Basta che non riguardino me U_U)

28a) amore a senso unico?: sì, anche se poi mi dispiace per il poveretto. ç_ç

28b) terzo incomodo?: Dipende da quanto è invadente il terzo incomodo. Cioè, a me piacciono quelle storie in cui Tizio CREDE di avere un rivale e finalmente si decide a capire che ama Caio, ma mi stanno veramente sulle scatole quelle storie in cui Sempronio finisce per avere DAVVERO la storia con Caio, ma  poi verrà lasciato perché Caio capirà di aver amato sempre Tizio. A parte che è un luogo comune da shoujo davvero noioso perché abusato, ma solo a me pare una cosa cattivissima? Tizio soffre (o magari si trova un quarto, che verrà lasciato come il Sempronio di cui sopra), Sempronio soffrirà poi (e non crederò mai al fatto che lui lasci andare Caio così facilmente perché “tanto lo sapevo che hai sempre amato Tizio!”); Caio, invece, zitto zitto, si è pure divertito (perché Sempronio un po’ gli piace, altrimenti non si metteva insieme, no?).
Sì, sto sproloquiando.

28c) threesome?: No, non mi piacciono.

28d) sessualità varia ed eventuale?: Non mi dà alcun problema.

28e) amore epico?: no per piacere. -_-

28f) platonico?: Sì, va bene, ma dopo un po’ gradire qualcosa di più utile ai fini della trama? Andiamo un po’ sul pratico, oh, altrimenti qua altro che Tsukimori e Hino (che, per inciso, nel manga, manco uno schifosissimo bacio si scambiano -.-)

28g) finché morte non li separi?: Di solito, se inserisco dei decessi, questi avvengono PRIMA di iniziare la storia, quindi il problema non si pone.

29) qual è il tuo tallone d’Achille nella scrittura?: La puntigliosità. Pubblico solo quando sono sicura. Peccato che poi, dopo aver pubblicato, rileggo, trovo un errore (o una frase che poteva essere resa in altro modo) e mi maledico da sola.

29a) ti dicono mai il contrario?: No, al massimo che sono una rompiscatole e che “Va bene così, basta, adesso PUBBLICA!”.

30) pensi che i tuoi lettori/commentatori occasionali siano sinceri?: Lo spero, ma di solito chi non è sincero non perde tempo a commentare.

31) pensi che uno scrittore potrebbe non sopportare il tuo parere negativo?: Oh certo. E chi se ne frega? Io lo lascio comunque (in modo educato, ovviamente)

32) shot di opinioni (in una parola): scordatelo.

32a) trama ideale?: Quella in cui i personaggi ne passano di tutti i colori (e con tutti, intendo TUTTI!), crescono, maturano e si fortificano, e alla fine hanno il loro lieto fine.

32b) personaggio ideale?: Quello che devi inseguire per fargli fare quello che vuoi, ma poi agisce meglio di quanto avresti fatto tu. Sì, Enrico, sto parlando di te. <3

32c) stile ideale?: Commedia, ironica e sarcastica.

32d) difetto adorabile in un personaggio?: La troppa innocenza.

32e) virgola ideale?: Quella dopo (o prima, a seconda dei casi) del complemento di vocazione.

32f) cattivo ideale?: Quello che fa tutto da solo, senza aver bisogno di delegare.

32g) climax ideale?: Quello in cui, alla fine del capitolo, spunta un cliffhanger colossale, che ti lascia là inchiodato ad urlare un “NOOOOOOOOOOOOOOOOOO!” che sente tutto il vicinato e ti fa odiare l’autore come poche cose al mondo. Lo so, sono piuttosto masochista.

32h) personaggio secondario ideale?: l’amico che sa, sempre. -> quoto

32i) Inizio ideale?: La battuta di un personaggio, magari che ti butta già nel cuore dell’azione.

33) pensi che tutto abbia una fine?: Deve e, se non ce l’ha, la creo io.

34) saluta con una citazione colta sulla scrittura: “È una sensazione strana. Prima c’è qualcosa che non esiste, o che forse esiste già da qualche parte al buio e vuole solo essere trovata e portata alla luce. Io non so quello che provano gli altri. Per me è una cosa che arriva senza preavviso, che arriva da dentro, e che se non la conosco ancora, so già che dopo non ne potrò fare a meno. Ci sono cose che uno crede di gestire e invece arrivano a dominarti completamente […] Scrivere una canzone è come innamorarsi.
“Niente di vero tranne gli occhi”, Giorgio Faletti”

Tirando le somme: 2015 edition!

Sì, lo so. Sembra quasi che mi ricordi dell’esistenza di questo blog solo alla fine dell’anno, quando si tratta di tirare le somme sull’anno appena trascorso.
Lo ammetto, è vero. Il fatto è che mi ripropongo sempre di scrivere qualcos’altro, ma poi, per un motivo o un altro, non lo faccio mai. La fine dell’anno è un periodo perfetto per farlo: ci sono le vacanze – quindi un po’ più di tempo libero – e, con tutta la gente che si diverte a tirare le somme, alla fine non puoi dimenticartene.

Com’è stato quest’anno? Complicato. E siccome sarebbe un po’ lungo da raccontare, torno al solito, caro, vecchio gioco di fine anno (con qualche aggiunta finale se non sono soddisfatta delle risposte. XD)

 

Cos’hai fatto nel 2015 che non avevi mai fatto? Ho lavorato in una biblioteca privata; ho visto l’Expo e Milano; ho assistito a un concerto di Max Pezzali; ho frequentato un corso d’inglese (pagato); ho comprato un “manga italiano”; ho creato un’APP – niente di vagamente decente, quindi già eliminata e spero al più presto rimossa dalla mia memoria. XD

Hai mantenuto i buoni propositi fatti l’anno scorso, e ne hai nuovi per il 2015? L’anno scorso scrivevo: “la benedetta certificazione, trovare un lavoro “vero” e quello probabilmente più fattibile: dopo aver letto più di 52 libri in un anno, adesso voglio dedicarmi ai “mattoni” (in termini di peso, non (solo) di contenuto).” Bene, non ho ancora una certificazione in inglese, ma mi sono iscritta ad un corso per prenderla, sto lavorando, anche se a progetto, e ho letto la trilogia dei Moschettieri e il Conte di Montecristo di Dumas. Quindi, sì, direi che ho fatto i compiti. XD

C’è stata qualche nascita tra le persone a te vicine? Oh sì! Peccato che una di queste viva a Latina e l’abbiamo visto solo in foto, per ora.

C’è stata qualche “dipartita” tra le persone a te vicine? Sì.

Quali nazioni hai visitato? Valgono anche quelle viste durante l’Expo? XD

Cosa vorresti avere nel 2016 che ti è mancato nel 2015? La fiducia negli altri: più passano gli anni, più la gente mi dimostra che faccio bene a non fidarmi.

Quale data del 2015 rimarrà nella tua memoria? Forse il 13 ottobre, primo giorno di lavoro a Fasano. O il concerto delle Stelle di Hokuto a Bitonto: era da un sacco che non mi divertivo così! *_*

Qual è stato il tuo più grande risultato di quest’anno? Il lavoro a Fasano e il fatto di essermi finalmente iscritta al corso d’inglese (anche se, forse, senza Paola avrei rimandato ancora).

Qual è stato il tuo più grande fallimento? Non aver finito Guerra e pace: l’ho iniziato nel periodo sbagliato, ma spero di poter recuperare l’anno prossimo.

Hai avuto malattie o incidenti? No, giusto qualche forte raffreddore.

Qual è stato il tuo miglior acquisto? Il corso d’inglese e il biglietto per Milano.

Quale avvenimento ha meritato d’essere celebrato? Il lavoro, l’aggiornamento dell’ECDL e la qualifica presa al corso di formazione. Peccato che non ho ancora festeggiato per nessuno dei due, non come si deve. XD

Quale avvenimento ti ha depresso? La mancanza di un lavoro, all’inizio. In realtà dovrei essere ancora preoccupata, perché a Fasano non durerà per sempre, ma voglio essere fiduciosa nel futuro.

Che fine ha fatto il tuo denaro? In manga (sempre meno, lo ammetto), libri, uscite con gli amici, ma, soprattutto, in benzina da dividere con Benny per andare a Fasano. XD

Cosa ti ha davvero emozionato? Tanti complimenti e parole belle ricevute da persone diverse, gente che crede in me e nelle mie capacità più di quanto ci creda io.

Quale canzone o album ti ricorderà il 2015? Le canzoni dei V6, che ho riscoperto proprio quest’anno, e in particolare quelle cantate da Okada.

Rispetto all’anno scorso, sei: più o meno felice? più o meno grassa? più o meno ricca? Più ricca, grazie al lavoro a Fasano, alla bimba che continuo a seguire al doposcuola e alle ripetizioni di francese e inglese che do a un’altra ragazzina e ai soldi del corso di formazione; più felice, anche se più nervosa; più grassa, perché faccio una vita molto sedentaria.

Cosa avresti voluto fare di più? Scrivere. Leggere (sì, lo so che leggo già abbastanza, ma in questo ultimo periodo ho letto davvero poco e mi manca davvero)

Cosa avresti voluto fare di meno? Incazzarmi.

Come hai trascorso il Natale? A casa: è venuta a pranzo la famiglia di Marica. A Santo Stefano, invece, io e mia sorella siamo state ad Alberobello a vedere il presepe vivente.

Con chi passi più tempo al telefono? Simona.

Ti sei innamorata nel 2015? Sì, se valgono anche i personaggi letterari. Dite di no? Allora no. U_U

Quante avventure di una notte nell’ultimo anno? Tutte quelle dei personaggi che incontro nei libri che, fino a qualche mese fa, leggevo fino alle due di notte.

Qual è stato il tuo programma tv preferito? Uhm, di serie TV quest’anno ne ho viste davvero molte, ma una menzione speciale la meritano sicuramente PoldarkSilicon Valley; per quanto riguarda gli anime, invece, sto adorando Kindaichi shounen no jikenbo.

Odi qualcuno che l’anno scorso non odiavi? Beh, odiare è una parola grossa; diciamo che non ho molta stima per queste persone.

Qual è stato il più bel libro che hai letto? La saga dei Tre Moschettieri e in particolare la fine de Il visconte di Bragelonne: devpo ancora riprendermi dalle ultime 300 pagine di questo romanzo.

Qual è stata la tua migliore scoperta musicale?  Questa canzone.
Ve l’avevo detto che ultimamente sono in fissa con i V6! XDD

Cosa hai voluto ed ottenuto? Il corso d’inglese, l’aggiornamento dell’ECDL, un lavoro – anche se temporaneo.

Cosa hai voluto e non ottenuto? La certificazione d’inglese.

Quali sono stati i film migliori dell’anno? Departure. CAPOLAVORO.

Cosa hai fatto il giorno del tuo compleanno, e quanti anni hai? 31. Oddio, non mi ci fate pensare. XD La mattina, feci un esame per prendere la certificazione Titanium, per il corso di formazione che ho seguito; il pomeriggio, feci lezione come al solito a Francesca; poi, sul tardi, andai con Paola a Just British per chiedere informazioni per il corso di inglese.

Quale cosa avrebbe reso migliore l’anno? Meno idioti nella mia vita.

Come descriveresti il tuo concetto personale di moda per il 2015? Non ho mai seguito la moda, perché dovrei iniziare proprio adesso? Comunque, i risvoltini, effettivamente, sono veramente brutti. XD

Cosa ti ha mantenuto in salute? Sono una persona all’antica, io: non prendere freddo, metti la sciarpa ed evita le correnti d’aria. Poi,  Vivinci e ActiveGRIP se proprio sei stato fregato. XD

Quale personalità ti ha affascinato? La mia docente di inglese. Mado’, mi piace un sacco! <3

Quale tema politico ti ha appassionato maggiormente? L’avanzata dell’ISIS. Non è un tema politico, è molto peggio, ma è qualcosa che non si può far finta di non vedere. Non dopo Parigi.

Cosa/chi ti è mancato? Un fucile, per far fuori certi coglioni. Sì, ok, scherzo. Ma anche no. -> questa la riciclo volentieri. XD

Qual è stata la persona migliore che hai conosciuto? Paola, la mia collega durante lo stage per il corso e poi amica.

Raccontaci una lezione di vita importante avuta dal 2015: “Never give up”.

Una strofa di canzone che riassuma l’anno trascorso: prima o poi riuscirò a trovarla. Neanche quest’anno è uno di quelli, però! XD

Buoni propositi per l’anno nuovo. Non credo in queste cose, ma ogni volta ci ricasco, perché è come se sfidassi me stessa: ripropongo la certificazione d’inglese, perché non ce l’ho ancora, un lavoro più stabile, leggere più manga e Guerra e pace e riprendere il giapponese. Quest’anno mi sono resa conto che mi manca terribilmente e mi piacerebbe davvero proseguire gli studi di questa bellissima lingua (mi piacerebbe dire che vorrei andare proprio in Giappone, ma, ehi, restiamo con i piedi per terra: qua si parla di buoni propositi non di desideri folli! XD).

La BBC afferma che la maggior parte delle persone ha letto solo 6 dei 100 libri presenti nella seguente lista.

E, visto che ultimamente per me è periodo di libri più del solito, ecco un giochino librario apposta per voi. Sì, lo so che aspettavate tutti con ansia i miei giochini come tanti anni fa! U_U E, sì, so anche che l’ho già postato altre volte, ma mi piace, di volta in volta, constatare i miei progressi nelle letture e magari incuriosire i nuovi lettori
Voce fuori campo: ma perché, c’è ancora qualcuno che segue questo blog?

Enjoy!

Istruzioni: copia questo messaggio nelle tue note [NdN: l’ho fatto su Facebook, per questo parla di note e di taggare]. Metti in neretto i libri che hai letto interamente e in corsivo quelli che hai iniziato ma non hai finito. “Tagga” i tuoi amici appassionati lettori e anche me, così posso vedere il tuo risultato.
Ovviamente chi lo vuole se lo prenda, come al solito! XD

1 Orgoglio e Pregiudizio – Jane Austen
2 Il Signore degli Anelli – JRR Tolkien
3 Il Profeta – Kahlil Gibran
4 Harry Potter – JK Rowling
5 Se questo è un uomo – Primo Levi
6 La Bibbia
7 Cime Tempestose– Emily Bronte
8 1984 – George Orwell
9 I Promessi Sposi – Alessandro Manzoni
10 La Divina Commedia – Dante Alighieri
11 Piccole Donne – Louisa M Alcott
12 Lessico Familiare – Natalia Ginzburg
13 Comma 22 – Joseph Heller
14. L’opera completa di Shakespeare
15 Il Giardino dei Finzi Contini – Giorgio Bassani
16 Lo Hobbit – JRR Tolkien
17 Il Nome della Rosa – Umberto Eco
18 Il Gattopardo – Tomasi di Lampedusa
19 Il Processo – Franz Kafka
20 Le Affinità Elettive – Goethe
21 Via col Vento – Margaret Mitchell
22 Il Grande Gatsby – F Scott Fitzgerald
23 Casa Desolata – Charles Dickens
24 Guerra e Pace – Lev Tolstoj
25 Guida Galattica per Autostoppisti – Douglas Adams
26 Brideshead Revisited – Evelyn Waugh
27 Delitto e Castigo – Fyodor Dostoevskj
28 Odissea – Omero
29 Alice nel Paese delle Meraviglie – Lewis Carroll
30 L’insostenibile leggerezza dell’essere – Milan Kundera
31 Anna Karenina – Leo Tolstoj
32 David Copperfield – Charles Dickens
33 Le Cronache di Narnia – CS Lewis
34 Emma – Jane Austen
35 Cuore – Edmondo de Amici
36 La Coscienza di Zeno – Italo Svevo
37 Il Cacciatore di Aquiloni – Khaled Hosseini
38 Il Mandolino del Capitano Corelli – Louis De Berniere
39 Memorie di una Geisha – Arthur Golden
40 Winnie the Pooh – AA Milne
41 La Fattoria degli Animali – George Orwell
42 Il Codice da Vinci – Dan Brown
43 Cento Anni di Solitudine – Gabriel Garcia Marquez
44 Il Barone Rampante – Italo Calvino
45 Gli Indifferenti – Alberto Moravia
46 Memorie di Adriano – Marguerite Yourcenar
47 I Malavoglia – Giovanni Verga
48 Il Fu Mattia Pascal – Luigi Pirandello
49 Il Signore delle Mosche – William Golding
50 Cristo si è fermato ad Eboli – Carlo Levi
51 Vita di Pi – Yann Martel
52 Il Vecchio e il Mare – Ernest Hemingway
53 Don Chisciotte della Mancia – Cervantes
54 I Dolori del Giovane Werther – J. W. Goethe
55 Le Avventure di Pinocchio – Collodi
56 L’ombra del vento – Carlos Ruiz Zafon
57 Siddharta – Hermann Hesse
58 Brave New World – Aldous Huxley
59 Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte – Mark Haddon
60 L’Amore ai Tempi del Colera – Gabriel Garcia Marquez
61 Uomini e topi – John Steinbeck
62 Lolita – Vladimir Nabokov
63 Il Commissario Maigret – George Simenon
64 Amabili resti – Alice Sebold
65 Il Conte di Monte Cristo – Alexandre Dumas
66 Sulla Strada – Jack Kerouac
67 La luna e i Falò – Cesare Pavese
68 Il Diario di Bridget Jones – Helen Fielding
69 Midnight’s Children – Salman Rushdie
70 Moby Dick – Herman Melville
71 Oliver Twist – Charles Dickens
72 Dracula – Bram Stoker
73 Tre Uomini in Barca – Jerome K. Jerome
74 Notes From A Small Island – Bill Bryson
75 Ulisse – James Joyce
76 I Buddenbroock – Thomas Mann
77 Il buio oltre la siepe – Harper Lee
78 Gérminal – Emile Zola
79 La fiera delle vanità – William Makepeace Thackeray
80 Possession – AS Byatt
81 Canto di Natale – Charles Dickens
82 Il Ritratto di Dorian Gray – Oscar Wilde
83 Il Colore Viola – Alice Walker
84 The Remains of the Day – Kazuo Ishiguro
85 Madame Bovary – Gustave Flaubert
86 A Fine Balance – Rohinton Mistry
87 Charlotte’s Web – EB White
88 Il Rosso e il Nero – Stendhal
89 Le Avventure di Sherlock Holmes – Sir Arthur Conan Doyle
90 The Faraway Tree Collection – Enid Blyton
91 Cuore di tenebra – Joseph Conrad
92 Il Piccolo Principe – Antoine De Saint-Exupery
93 The Wasp Factory – Iain Banks
94 Niente di nuovo sul fronte occidentale – Remarque
95 Un Uomo – Oriana Fallaci
96 Il Giovane Holden – Salinger
97 I Tre Moschettieri – Alexandre Dumas
98 Amleto – William Shakespeare
99 Charlie e la fabbrica di cioccolato – Roald Dahl
100 I Miserabili – Victor Hugo

43/100

Tirando le somme e buoni propositi

E come ogni anno, giunti alla fine, mi piace riassumere sia le cose belle che le cose brutte con questo giochetto.

Cos’hai fatto nel 2013 che non avevi mai fatto? Sono stata “dietro le quinte” di un matrimonio; ho fatto le 7 del mattino; ho indossato una gonna scelta da me e senza un fucile puntato contro (smetteta di guardami storto, ok? XD); ho mandato a puttane un’amicizia di mia iniziativa (e non ne sono pentita); ho letto due libri in inglese (e non in riduzione); ho passato il capodanno in piazza; ho pianto ad un esame; ho corretto le bozze di un libro; ho fatto un corso on line.

Hai mantenuto i buoni propositi fatti l’anno scorso, e ne hai nuovi per il 2014? Odio fare buoni propositi, a meno che non siano librari! L’anno scorso avevo detto che volevo darmi seriamente all’inglese, cosa che ho fatto in parte, visto che quest’anno ho scoperto l’amore per le serie British e ho letto due libri in lingua; per l’anno prossimo vorrei continuare su questa scia: leggere più libri in lingua, riuscire a vedermi qualcosa in inglese senza sottotitoli (ok, questa forse è troppo difficile per me) e, magari, prendermi una certificazione (e mi sa che pure quest’anno me la sogno XD). Dal punto di vista librario, leggere almeno 52 libri (anche grazie a questa sfida), tra cui quei classici che mi riprometto sempre di leggere, ma che sono ancora lì nella libreria.

C’è stata qualche nascita tra le persone a te vicine? Nì. Non proprio vicine, ma tra i miei conoscenti sì.

C’è stata qualche “dipartita” tra le persone a te vicine? Le dipartite ci sono sempre, vicine o lontane.

Quali nazioni hai visitato? Nessuna.

Cosa vorresti avere nel 2014 che ti è mancato nel 2013? Un lavoro.

Quale data del 2013 rimarrà nella tua memoria? Il 17 giugno, perché sono iniziati gli esami della sucola di APD. Quella data ci ha terrorizzati per mesi.

Qual è stato il tuo più grande risultato di quest’anno? Il diploma presso la scuola dell’archivio di Stato e il corso di Archimista. I due libri in inglese letti e il fatto che mi sono data seriamente alle serie inglesi: erano anni che mi ripromettevo di farlo, e finalmente ci sono riuscita. Tutti mi dicevano che basta iniziare: è vero.

Qual è stato il tuo più grande fallimento? Non aver trovato nulla dopo la fine della scuola e del servizio civile.

Hai avuto malattie o incidenti? No, giusto un forte raffreddore, ma non così tanto da non farmi andare al lavoro. Ho però tolto un dente. Vale lo stesso?

Qual è stato il tuo miglior acquisto? Il mio amato cappotto blu elettrico e Bina, la custodia del mio KoBino! *_*

Quale avvenimento ha meritato d’essere celebrato? Il diploma dell’archivio: il giorno n cui sapemmo i risultati, noi amiche più strette ce ne andammo tutte insieme a pranzo.

Quale avvenimento ti ha depresso? Tante, troppe cose. La fine di un’amicizia a cui tenevo tanto e le conseguenze, come per esempio lo scoprire che molte persone che pensavo essere amiche alla fine hanno avuto comportamenti che mi hanno dato molto da pensare; la fine del servizio civile e la mancanza di un lavoro.

Che fine ha fatto il tuo denaro? In manga, libri (anche se, da qualche mese, molti meno), abbonamenti e biglietti di mezzi pubblici, pranzi a Bari e uscite serali.

Cosa ti ha davvero emozionato? La fine del servizio civile. Non perché sia stata contenta di finirlo, eh, ma perché alla fine quella settimana festeggiammo anche il mio onomastico e la Pasqua. I colleghi e gli amici mi fecero anche un regalo (una borsa in stile giapponese che adoro! *_*) e alcuni giorni dopo il professor Canfora e consorte mi regalarono alcuni libri del prof, con dedica.

Quale canzone o album ti ricorderà il 2013? Tutte le canzoni de “Les Miserables”: ho adorato quel film e ogni tanto riascolto le canzoni.

Rispetto all’anno scorso, sei: più o meno felice? più o meno grassa? più o meno ricca? Meno ricca, perché il servizio civile è finito a marzo e solo a settembre sono ritornata a fare ripetizioni (anche se la correzione di bozze mi ha fatto guadagnare qualcosina durante l’estate); più grassa, perché non mi muovo più come prima, quindi ho riacquistato qualche chilo (non che me ne freghi molto, eh); meno felice, perché ho nostalgia di quel che facevo e vedo il futuro piuttosto nero, sia sul campo lavorativo che affettivo.

Cosa avresti voluto fare di più? Scrivere. Viaggiare. Quest’anno sono stata a Latina, per un matrimonio, ma è stata una cosa di famiglia, non un viaggio “vero”.

Cosa avresti voluto fare di meno? Incazzarmi.

Come hai trascorso il Natale? A casa: sono venuti a pranzo Marica e famiglia.

Con chi passi più tempo al telefono? Simona.

Ti sei innamorata nel 2013? Nope.

Quante avventure di una notte nell’ultimo anno? Mi piacerebbe poter dire che ogni notte indosso il mio costume di Batgirl e vado a combattere il crimine, ma, mi spiace, le uniche avventure che vivo sono quelle che leggo nei libri, anche a tarda ora. U_U

Qual è stato il tuo programma tv preferito? Come già detto, quest’anno mi sono data alle serie inglesi (in particolare della BBC) e devo dire che, a parte qualche raro esempio, tutte mi sono piaciute – e mi stanno piacendo. Ma quella che ho adorato di più è stata Norh & South, period drama tratto dal romanzo di Elizabeth Gaskell. Bella la storia, ma soprattutto belli i personaggi (e gli attori! *ç*)

Odi qualcuno che l’anno scorso non odiavi? Odiare è una parola troppo limitata. Avete presente la sensazione che si prova quando, per strada, ci si trova a calpestare gli escrementi degli animali? Ecco, quella.

Qual è stato il più bel libro che hai letto? Su 47 libri letti, doverne scegliere solo uno è impossibile. Forse dovrei dire I pilastri della Terra di Follett, perché era una vita che volevo leggerlo e mi è piaciuto tantissimo, ma non posso dimenticare le due light novel di Toshokan sensou, che mi hanno aperto le porte al magico mondo delle light novel – in inglese – e la saga di Shadowhunters (serie regolare, le Origini e le cronache di Magnus), che ho adorato e di cui amo alla follia i personaggi (credo che le dichiarazioni d’amore di Jace siano tra le più belle che abbia mai letto, e ve lo dice una che non ama molto queste cose)

Qual è stata la tua migliore scoperta musicale? Questa canzone! Che sia chiaro: a me loro non piacciono per niente, ma Radio Bari Nord trasmette questa canzone un giorno sì e l’altro pure e alla fine non riesco a non associarla a tutti i miei viaggi Bitonto-Bari! XD

Cosa hai voluto ed ottenuto? Terminare le serie anime che avevo in corso (e, credetemi, ne avevo molte XD); la custodia del lettore ebook; leggere alcuni libri e vedere alcune serie che m’interessavano.

Cosa hai voluto e non ottenuto? Un lavoro.

Quali sono stati i film migliori dell’anno? Les Miserables! *__*

Cosa hai fatto il giorno del tuo compleanno, e quanti anni hai? 29. Oddio, sapete che non mi ricordo? Credo di non aver fatto nulla di eccezionale, perché non ero proprio in vena, e tutte le mie amiche o erano fuori o erano impegnate; la sera, invece, con la famiglia, sono andata a cena con la famiglia di Marica, perché io e il padre siamo nati nello stesso giorno.
Però, due settimane dopo, io e mia sorella andammo al Ginza, un ristorante giapponese che fa all you can eat, e ci siamo strafogate! *_* È stato il suo regalo, insieme con la torta al cioccolato che preparò i giorno del mio compleanno.

Quale cosa avrebbe reso migliore l’anno? Un lavoro e meno coglioni in giro.

Come descriveresti il tuo concetto personale di moda per il 2013? Gonne lunghe, beige! *__* L’unico motivo per cui quest’anno le ho indossate! XD

Cosa ti ha mantenuto in salute? Cerco di evitare di fare cazzate per non ammalarmi? XD E poi ho i miei fidi Benagol e ActiveGRIP che mi aiutano nel momento del bisogno. XD

Quale personalità ti ha affascinato? Magnus Bane di Shadowhunters (sì lo so che vale! XD)

Quale tema politico ti ha appassionato maggiormente? Non è propriamente un tema politico, ma la grandissima cazzata del bando “500 giovani per la cultura” è una chiara espressione di come la nosta politica tratta la cultura e la ricerca.

Cosa/chi ti è mancato? Un fucile, per far fuori certi coglioni. Sì, ok, scherzo. Ma anche no.

Qual è stata la persona migliore che hai conosciuto? In realtà quest’anno non ho conosciuto molta gente nuova, ma ho rafforzato vecchie conoscenze; diciamo che ho migliorato le mie conoscenze (sia nel bene che nel male, devo dire! XD), ecco, soprattutto con Angela e Anna(-chan) Maria!

Raccontaci una lezione di vita importante avuta dal 2013: “Meglio soli che male accompagnati”.

Una strofa di canzone che riassuma l’anno trascorso: prima o poi riuscirò a trovarla. Neanche quest’anno è uno di quelli, però! XD

Bye bye 2012!

E come ogni anno, giunti alla fine, mi piace riassumere sia le cose belle che le cose brutte con questo giochetto.

Cos’hai fatto nel 2012 che non avevi mai fatto? Ho usato un lettore ebook e uno smartphone; ho fatto il servizio civile (e quindi usato dei programmi particolari come il Book Restorer, ad aggiustare un libro e tante altre cose); ho avuto colleghi di lavoro; sono andata a prendere un amico all’aeroporto (sì. lo so, non è che sia chissà che evento… ma ero prisciatissima, perché a me, fino ad allora, era sempre e solo capitato di essere presa XD); sono stata ai musei Capitolini.
Hai mantenuto i buoni propositi fatti l’anno scorso, e ne hai nuovi per il 2013? Ogni anno è sempre la stessa storia: odio fare propositi come fare programmi, perché, puntualmente, questi vengono disattesi, e quasi sempre per cause di forza maggiore. Vorrei dire dedicarmi seriamente all’apprendimento dell’inglese, ma non vorrei portarmi sfiga da sola. XD
C’è stata qualche nascita tra le persone a te vicine? Oh sì! Per esempio il figlioletto di Lucia (che non ho ancora visto di persona, ma va beh, spero di rimediare presto! XD)
C’è stata qualche “dipartita” tra le persone a te vicine? Vicinissime no, ma per certe cose non ha senso parlare di vicinanza o lontananza.
Quali nazioni hai visitato? Nessuna.
Cosa vorresti avere nel 2013 che ti è mancato nel 2011? Qualche viaggio e un lavoro: il servizio civile sta per finire e con esso quella sicurezza di sapere cosa ne sarà della mia vita, almeno per un anno.
Quale data del 2012 rimarrà nella tua memoria? Il 21 dicembre! Ok, ok, sto scherzando: però, hanno rotto talmente l’anima con ‘sta storia, che non si può dimenticare. XD Tornando seri: il 16 aprile, il giorno in cui è iniziato il mio servizio civile.
Qual è stato il tuo più grande risultato di quest’anno? Essere ripescata al servizio civile. Ero la terza e ormai la cosa mi era uscita completamente di mente.
Qual è stato il tuo più grande fallimento? Non essere riuscita a finire il tirocinio (nonostante abbia le mie attenuanti) e aver dovuto lasciare il corso di giapponese.
Hai avuto malattie o incidenti? Uhm… giusto qualche giorno malata con due orette scarse di febbre.
Qual è stato il tuo miglior acquisto? Il Kobo! *_* Il Kobo! *_*
Quale avvenimento ha meritato d’essere celebrato? Tutte le lauree e i dottorati presi. E il ritorno di Christian dall’America. Fu davvero una bella sera, quella.
Quale avvenimento ti ha depresso? La brusca interruzione di un’amicizia in cui credevo molto. Non solo per l’amicizia in sé, ma anche per tante cose che si è portata dietro e che ha riportato a galla.
Che fine ha fatto il tuo denaro? in manga, libri (anche se, da qualche mese, molti meno), abbonamenti e biglietti di mezzi pubblici, pranzi a Bari.
Cosa ti ha davvero emozionato? Non solo andare al concerto di Cristina d’Avena, ma avere ADDIRITTURA il suo autografo e una foto con lei e con i GemBoy! *___* Non ci credo ancora! XDDD Per non parlare della mostra Lux in Arcana: oddio, se ci ripenso…! *_*
Quale canzone o album ti ricorderà il 2012? Kokuhaku, sigla di Uchuu Kyodai e Quando viene dicembre, dal film Anastasia, che in questo ultimo mese ho perennemente in mente. XD
Rispetto all’anno scorso, sei: più o meno felice? più o meno grassa? più o meno ricca? Più ricca, perché il servizio civile paga meglio delle ripetizioni; più magra, perché grazie a tutto il movimento che faccio e ai miseri pranzi ho perso due taglie… e, fino a poco tempo fa, avrei detto più felice perché faccio quello che mi piace.
Cosa avresti voluto fare di più? scrivere. Quest’anno non ho scritto nulla e ho un disperato bisogno di farlo. -> l’esperienza si è ripetuta anche quest’anno. XD
Cosa avresti voluto fare di meno? Piangere.
Come hai trascorso il Natale? a casa: sono venuti a pranzo Marica e famiglia.
Con chi passi più tempo al telefono? Marica e Franko (sì, con la k! XD).
Ti sei innamorata nel 2012? Ringraziando il Cielo, questo, per adesso, è l’ultimo problema!
Quante avventure di una notte nell’ultimo anno? Ahahahahahahahahahahahah!
Qual è stato il tuo programma tv preferito? Sherlock (BBC) (seconda serie) e Uchuu Kyodai.
Odi qualcuno che l’anno scorso non odiavi? No. Purtroppo non sono una persona che tende a portare rancore, una volta sbollita la rabbia. Al massimo tendo ad ignorare.
Qual è stato il più bel libro che hai letto? Ne ho letti vari che mi sono piaciuti da 1Q84 di Murakami (tutte le parti), a L’ombra del vento, di Zafòn,  a Emma di Jane Austen. Non chiedetemi perché: lei è una cretina totale, eppure ho adorato quel romanzo! XD
Qual è stata la tua migliore scoperta musicale? Le canzoni del film Anastasia (dovrei dire più riscoperta, però XD).
Cosa hai voluto ed ottenuto? Il lettore ebook. Vorrei dire anche lo smartphone, ma non è che proprio lo volessi; diciamo che era nelle mie intenzioni prenderlo in un futuro ancora remoto. XD
Cosa hai voluto e non ottenuto? La fine del famoso tirocinio.
Quali sono stati i film migliori dell’anno? Oddio, quest’anno ho visto pochissimi film, quindi non ne ho davvero idea. °_° Midnight in Paris è l’unico che mi venga in mente, ma, francamente, non ricordo neanche se l’ho visto davvero quest’anno o l’anno scorso…
Cosa hai fatto il giorno del tuo compleanno, e quanti anni hai? 28. Allora, quel giorno fu un giorno fu semplicemente DISASTROSO: ci fu uno sciopero dei mezzi, e quindi i miei programmi di vedermi con i miei amici, quel giorno, saltarono completamente. In più piovve un sacco e, in sintesi, passai la sera del mio compleanno, a casa, con i miei, senza fare nulla di particolare, a deprimermi. Il giorno dopo, invece, i miei amici mi fecero una sorpresa e vennero ad aspettarmi all’uscita dal lavoro con un dolcetto con una candelina sopra e mi cantarono anche la canzoncina – in pizza Umberto. XD
Quale cosa avrebbe reso migliore l’anno? Che questo ultimo mese e mezzo non ci fosse stato.
Come descriveresti il tuo concetto personale di moda per il 2012? La moda a me fa schifo.
Cosa ti ha mantenuto in salute? Cerco di evitare di fare cazzate per non ammalarmi? XD E poi ho i miei fidi Benagol e ActiveGRIP che mi aiutano nel momento del bisogno. XD
Quale personalità ti ha affascinato? Oddio, non saprei… penso nessuna. XD
Quale tema politico ti ha appassionato maggiormente? Ultimamente quello che vivo di più, è la riforma universitaria e la scomparsa delle facoltà, proprio perché lavoro in una università e capisco perfettamente lo sbandamento degli studenti e dei dipendenti.
Cosa/chi ti è mancato? Qualcuno che mi consideri importante (e no, non parlo di fidanzati!).
Qual è stata la persona migliore che hai conosciuto? Natale, il mio OLP. XD Ma in generale, quest’anno sono stata fortunata: tra i ragazzi del servizio civile, i colleghi e tutti gli studenti del dipartimento di scienze dell’antichità e altri amici che ho conosciuto quest’anno, posso dire di aver conosciuto tante persone splendide.
Raccontaci una lezione di vita importante avuta dal 2012: “Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio.”
Una strofa di canzone che riassuma l’anno trascorso: prima o poi riuscirò a trovarla. Neanche quest’anno è uno di quelli, però! XD

30 giorni di Sherlock (BBC)

Agosto è un mese che francamente odio – come la domenica. E no, non guardatemi male solo perché è il mese delle ferie, quindi deve piacere a tutti. Io lo odio e basta. XD , ma quest’anno ho avuto buona compagnia: le email di un mio amico e… Sherlock. XD
Sì, tranquilli, eviterò di scrivere solo ‘ste baggianate (anche perché, diciamolo pure, dopo un po’, per quanto simpatici, ‘sti giochi da fare tutti i giorni mi scocciano! XD)

30 giorni di Sherlock (BBC)

1) Il motivo per il quale ami questo telefilm
Perché l’idea di ambientare le avventure di Sherlock Holmes nel XXI secolo la trovo geniale e resa in modo magistrale; perché gli attori sono bravissimi e si respira l’aria del vero Sherlock Holmes in ogni scena; perché mi piace come sono state montate le scene e alcuni accorgimenti li ho trovati praticamente geniali. E perché Benedict Cumberbatch è un gran figo con i capelli scuri. Ehm.

2) Il tuo personaggio preferito
Sherlock, ovviamente. U.U

3) Il tuo secondo personaggio preferito
John, che razza di domanda! XD

4) Il personaggio che odi
Gli sceneggiatori, perché come sono stronzi loro nessuno. Ma li amo anche per questo! <3

5) Un personaggio che definiresti Hot
Nonostante io sia una donna, dico Irene. Nessuno la eguaglia, uomo o donna che sia.

6) Un personaggio che definiresti tenero
La signora Hudson. Io amo quella donna!

7) Un personaggio che prima amavi e che adesso odi
Diciamo che Mycroft nell’ultimo episodio della seconda serie si è guadagnato abbastanza improperi da parte mia; ma confido nel suo cervello.

8) Un personaggio che prima odiavi e che adesso ami
Molly. Non è che la odiassi, solo che mi stava sulle palle che morisse dietro Sherlock in un modo davvero disgustoso. Figlia mia, ma ti pare che un sociopatico come lui, che preferisce i cadaveri agli esseri umani, possa interessarsi a te se ti comporti così? Poi però nell’ultimo episodio della seconda serie, nella scena in cui parla con Sherlock… è stata meravigliosa, punto.

9) Un personaggio che ti fa ridere
In Sherlock non è UN personaggio che fa ridere; è proprio tutto l’insieme che sa essere davvero LOL a volte. Per non parlare degli scambi di battute dei due protagonisti: semplicemente meravigliosi! XD

10) Un personaggio che ti rappresenta
Sherlock, caratterialmente. Sì, lo so, la cosa è MOLTO preoccupante.

11) Un personaggio che definiresti il tuo opposto
Irene. XD

12) La tua puntata preferita
Difficile, perché ad ogni episodio mi sono detta: «Questa è spettacolare, migliore della precedente!»; quindi, seguendo questo ragionamento, dovrei dire The Reichenbach Fall, che, effettivamente, è un capolavoro sotto tutti i punti di vista. Però nel mio cuore c’è sempre The Hounds of Baskerville.

13) La puntata che ti piace di meno
A study in Pink, la prima: si capiva subito chi era il colpevole e Sherlock ci ha messo una vita. Molto meglio il Pilot mai andato in onda, per quanto riguarda il modo in cui è stato reso il caso, anche se lì manca l’arrivo di Mycroft, elemento che invece rende molto più complesso l’episodio.

14) La tua scena preferita:
“I don’t have friends. Just one.” Link.
(In realtà c’è anche un’altra, ma la userò per un’altra domanda. XD)

15) La scena più divertente
John: “What the hell are you doing?!”
Sherlock: “Bored.”
John: “…what?”
Sherlock: “Bored!”
Sherlock: “Bored!”
Sherlock: “Bored! I don’t know what’s gotten into the criminal classes, good job I’m not one of them.”
John: “So you take it out on the wall?”
Sherlock: “Oh, the wall had it coming.” Link
Io non posso farcela! XDDDDD L’adoro! *__*

16) La scena più Hot:
Ehi, Sherlock non è mica un porno! >_> Comunque, forse Irene che ci prova spudoratamente con Sherlcok, ma in realtà l’unica cosa che pensavo in quel momento era: John sei palesemente geloso, ammettilo! XD

17) La scena più commovente:
“Just for me. Don’t be dead. Just for me”. Link

18) La scena più drammatica:
Tutta la scena sul tetto, in The Reichenbach Fall: sapendo benissimo come sarebbe andata a finire, continuavo a dire “No no no no no no no” da sola, come un mantra.

19) La scena più paurosa:
Quella in cui John resta chiuso nel laboratorio in The Hounds of Baskerville. Ho avuto seriamente paura che ci restasse secco!

20) La tua coppia Slash preferita
Sherlock e John, ovviamente. XD SOLO nel telefilm, però. Nel canone lo slash non ce lo vedo proprio – e sì, ho letto TUTTO Sherlock.

21) Due personaggi che vedresti bene insieme
Siccome Sherlock e John li ho già citati, dico Mycroft e Lestrade. Che, LO SO, non si sono mai neanche cagati di striscio, e anche io, in effetti, la prima volta che lessi una cosa del genere, restai cinque minuti a fissare lo schermo, ché non ci credevo; però ormai il fandom l’ha dato talmente per scontato che pure io ormai mi sono abituata a vederli come coppia. XD

22) La tua citazione preferita:
“Se elimini l’impossibile, quello che rimane, per quanto improbabile, deve essere la verità.” Lo so che non vale, perché sono parole del vero Sherlock, ma a me piace comunque. *_* (in realtà ce ne sono anche altre, ma tanto le inserirò nelle altre domande XD)

23) La citazione preferita di Sherlock:
“Bored!” XDD

24) La citazione preferita di John:
“I’m not his date!” (Adoro la sua faccia così convinta di dire una cosa vera, e quella delle persone che lo sentono, che invece la pensano in tutt’altro modo. Ovviamente, la loro faccia è anche la mia U_U).
In realtà ce n’è anche un’altra, ma non me la ricordo in italiano, figuriamoci in inglese! .__.

25) Una cosa che ti fa venire in mente lo show:
La Red Bull! XD A causa di  questa storia.

26) Una canzone che ti fa venire in mente lo show:
La sigla? XD No, scherzi a parte, non mi interessano molto i fanvideo e raramente associo le canzoni alle serie TV.

27) Attore/attrice del cast che ami:
Benedict Cumberbatch, credo di averlo già detto. XD Anche se pure Freeman mi fa troppa tenerezza. *_*

28) Attore/attrice del cast che odi:
Dai, odiare nessuno. Si odia una persona che si conosce, ma ‘sti tizi chi li ha mai visti? XD

29) La cosa più bella del telefilm
Tutto? XDDDDDD

30) L’episodio che ogni volta ti fa piangere
Piangere piangere no, ma il finale di The Reichenbach Fall è sicuramente la cosa più triste del telefilm. E credo che sia abbastanza logico.

30 giorni di Anime/Manga

Ok, ve lo prometto: per un po’ questo sarà l’ultimo (anche perché mi sono un tantino scocciata pure io! XD)!
Anche stavolta, rispetto a quando ho postato le stesse risposte su FB, ne ho cambiate alcune, per ovvi motivi.

 

 
1) Il tuo manga/anime Shonen preferito
City Hunter: come manga e anche come anime. *_* Ma non disdegno neanche Death Note (più come anime e, soprattutto, per la prima parte: i monologhi di Raito, su carta, mi distruggono!) e Full Metal Alchemist (manga e, per l’anime, la serie “Brotherhood”).

2) Il tuo manga/anime Shoujo preferito
Nodame Cantabile!, ovviamente (anche se, specifichiamolo, è un josei XD)!

3) Il personaggio Shonen che preferisci
Ryo Saeba di City Hunter, ovviamente! XD

4) Il personaggio Shoujo che preferisci
André di Lady Oscar e, per non far torto alle donzelle, Sunako di Yamato Nadeshiko Shichi Henge (aka Perfect girl evolution).

5) Il primo manga che hai letto
Il primissimo manga che ho letto, anche se non sapevo ancora fosse tale, è stato uno dei primi volumetti di Sailor Moon, nella vecchissima edizione Star Comics (che, adesso, conservo come una reliquia). Lo comprai in una edicola vicino casa mia, ero piccina picciò e infatti quel “fumetto” non mi piacque proprio, perché i nomi erano diversi e “La storia è diversa!” LOL. A ripensarci ora, mi viene da ridere.
Con cognizione di causa, invece, il primo manga che ho letto (NON comprato), è stato un volume di Ranma della vecchia edizione, precisamente quello in cui appare Collant Taro (non mi ricordo il volume, sorry!). Il primo manga VERO, con lettura orientale intendo, è stato anche il primo che ho comprato, ossia il penultimo volume di City Hunter (che culo, eh!), edizione Star Comics.

6) Il primo anime che hai visto
Ahahahahahah! Io guardo anime da quando sono nata, praticamente. XD Nei miei primi ricordi ci sono Ufo Robot e compagnia,Lady Oscar e Candy conle sue odiatissime amichette portasfiga.
Invece, il primo anime guardato in giapponese con i sottotioli in italiano (o inglese), è stato Sayuki Reload: ricordo ancora che avevo un pc con un HD piccolissimo e Annamirka mi riduceva gli episodi e me li passava tramite mIRC. Ah, che bei ricordi! XD

7) Il manga/anime che ti ha commosso maggiormente
Come ho detto altre volte, commuovermi è molto difficile, se non quasi impossibile. L’unica serie che ci è riuscita è stata Toward the Terra – Terra e: a chiunque la guardi (e sia più normale di me), consiglio una scorta di Kleenex, perché è di una tristezza infinita. Un’altra cosa che mi fece tanto male al cuoricino fu il finale di Chrno Crusade: vederli lì, addormentati… T___T Credo che sia una delle scene più belle e tristi che abbia mai visto!

8) Il manga/anime che rileggeresti/rivedresti senza mai stancarti!
Sono due, ambedue andati in onda su canali regionali in loop: City Hunter (per il quale vale anche il manga) e Virtua Fighter. E io, da brava malata, me li sono visti di continuo, tanto sapere il titolo, la trama e le battute degli episodi praticamente a memoria!

9) Il personaggio manga/anime che ti piace di meno
A parte le Candy Candy, Georgie e MarySue-porta-sfiga-e/o-piagnone-insulse-che-però-amano-tutti-ma-non-si-sa-perché varie (e che io pesterei a sangue), direi Setsuna (Sara anche, ma tanto fa già parte del primo gruppo) di Angel Sanctuary: un ragazzo più co*****ne di lui, non mi ricordo di averlo mai trovato, in un manga.

10) Il tuo primo Cosplay
Passo: mai fatto cosplay in vita mia, anche se mi piace un sacco. Che lo facciano gli altri, intendo.

11) L’anime/manga più divertente che conosca
Full Metal Panic Fumoffu: per quante volte riveda gli episodi, continuo a ridere come una scema, anche se (o forse proprio perché) so quel che succede! XDDDD

12) Quello che ti è piaciuto di meno
Dando per scontate le serie delle Candy Candy, Georgie e MarySue-porta-sfiga-e/o-piagnone-insulse-che-però-amano-tutti-ma-non-si-sa-perché varie che ho citato qualche domanda fa, direi Jesus Christ! di Miwa Ueda, forse il manga più insulso, insignificante e idiota (tant’è che non ricordo neanche la trama, ma soltanto quanto mi facesse pena) che abbia mai avuto la sfortuna di leggere.

13) La tua Opening/Ending favorita
Una sola è impossibile dirla, con tutte le serie che ho visto! XD Attualmente è: Ashita, Boku wa Kimi ni Ai ni Iku, dei Wakaba (opening della prima serie di Sekaiichi Hatsukoi, – e attualmente mia suoneria. Uno dei miei primi amori – e mia suoneria per 10 anni – è stata Change The world, dei V6, prima opening di Inuyasha.

14) La tua coppia preferita
Ryo e Kaori di City Hunter, ovviamente! Se è la mia serie preferita, un motivo deve pur esserci. XD

15) Il personaggio in cui ti rivedi maggiormente
Sheska di Full metal Alchemist! XD

16) Un personaggio che ti è dispiaciuto veder morire
Noriko in Fushigi Yuugi: ci rimasi davvero malissimo, visto che oltretutto, visti i disegni pucciosi dell’autrice, non mi sarei mai aspettata una simile cosa. .__. Poi ho capito che la Watase ha il vizio di ammazzare gente random e mi sono consolata (per modo di dire).

17) Il manga/anime che stai leggendo/guardando in questo periodo
Uno solo? Fra comprati e prestati, contemporaneamente leggo un sacco di titoli e vedo un sacco di anime. Direi che, come volume, ho appena finito di leggere Bleach vol 51 (prestatomi da Stefania), mentre, come anime della stagione, sto aspettando gli episodi di Ai no Kusabi e Phi Brain: Kami no Puzzle. Più arretrati vari e serie vecchie che stanno subbando adesso.

18) Il manga/anime che ricorderai per sempre
Probabilmente I cavalieri dello zodiaco: se non fosse stata per questa serie e per Pollon molte cose adesso sarebbero diverse. È grazie ai cavalieri che ho amato la mitologia, mi è venuta la fissa di studiare il greco e ho frequentato il liceo classico.

19) Il tuo liveaction favorito
Liar Game. *_*

20) Il personaggio che vorresti essere anche solo per un giorno
Mah, direi che uno solo non ce n’è, nel senso che dipende dal manga che sto leggendo o dall’anime che sto vedendo in quel momento. Ultimamente, ogni volta che vedo una nuova puntata di Fairy Tail penso sempre che mi piacerebbe poter vivere almeno un giorno in una gilda così pazza. XD Al posto di chi? Uhm, nessuno, dato che mi piacerebbe conoscere tutti! XD

21) Una foto con il primo gadget che hai comprato
Impossibile, perché non ho alcuna intenzione di andare a setacciare la soffitta per vedere che fine hanno fatto. Ergo, mi fermo ad un link.
Avevo Princess Serenity, Sailor Mercury e Sailor Venus. Quanti anni saranno passati? °_° ‘na ventina, più o meno.

22) L’anime/manga che ti ha spinto a guardarne altri
Come dicevo altrove, io ho sempre guardato anime, sin da piccola. Ciò che mi ha spinto a guardare gli anime subbati, invece, non è stata tanto una serie (anche se con Saiyuki Reload scoprii il meraviglioso mondo del fansub), ma l’adsl flat e il pc nuovo che mi permisero di spulciare al meglio il mondo del fansub e di conoscere Animeclick, ancora oggi la mia primaria fonte di reperimento sia di informazioni in italiano che di anime.

23) Il manga/anime che ti ha influenzato maggiormente nelle tue scelte
Come ho già detto Pollon e I cavalieri dello zodiaco: molte delle mie scelte di vita sono dipese dall’amore che queste serie mi hanno fatto provare per la mitologia classica.

24) Una delle scene più belle di un anime/manga a tua scelta
Nel volume 5 di Viewfinder ho letteralmente amato l’ultimo capitolo, quando ad Asami viene un colpo pensando che Akihito sia morto. Ma la scena che amo è quella finale dell’extra, tanto che mi ha persino ispirato una (l’unica, per adesso) mia fanfiction sulla serie.

25) Un personaggio che ti è sempre piaciuto
Mah, difficile sceglierne uno solo! O_O Diciamo Vera Oriki di Mila e Shiro (ve la ricordate?): tutte preferivano Mila o Nami o Kaori, ma a me lei è sempre piaciuta un sacco! *_*

26) Il tuo mangaka preferito
Di solito vado a titoli, non ad autori. Comunque in questo momento direi Hinako Takanaga. Mi piacciono sia i personaggi che i disegni.

27) Il tuo doppiatore preferito
Italiano o giapponese? Sull’italiano, sicuramente Simone D’Andrea, Andrea Ward e Fabio Boccanera. Giapponesi, invece, Mamoru Miyano e Daisuke Ono. Sì, mi piacciono le voci calde e profonde! *_* Una menzione speciale va a Daisuke Namikawa, perché adoro tutti i personaggi che doppia. XD

28) Un personaggio strano che ti ha sempre incuriosito
Ubaldo, di Sailor Moon. Non che mi abbia particolarmente incuriosito, ma, se mi dite personaggio strano, io penso subito a lui! XD

29) Un personaggio che non credevi avresti amato così tanto
Ginko di Mushishi. Semplicemente, lo amo!

30) Il manga/anime di cui porterai gli insegnamenti per il resto della vita
Ogni anime/manga mi ha insegnato qualcosa d’importante, anche piccola: le serie sportive (quelle sul calcio, sulla pallavolo, Slam Dunk, Touch, Ginban Kaleidoscope ecc…) a conoscere e ad apprezzare sport visti – e non sempre – in tv (e che dire di Chihayafuuru, che mi ha fatto conoscere il karuta, finora mai sentito nominare?); Pollon ad amare la mitologia; Virtua Fighter qualcosina sulle arti marziali; Cesare, Cristoforo Colombo, Eroica, Lady Oscar e compagni un sacco di cose sulla storia; Nodame Cantabile e La corda d’oro ad apprezzare e a riconoscere alcuni brani di musica classica; i meisaku (anime tratti dai libri), che mi hanno fatto conoscere e apprezzare titoli mai letti, a ricordare quelli già letti, o mi hanno spinta a leggerne altri… Per non parlare di quante parole giapponesi io abbia imparato senza neanche rendermene conto! XD
Alla faccia di chi pensa che gli anime siano inutili e per bambini! U_U

30 giorni di Fanfiction

Sì, ok, lo so che lo sapevate. Potevo io, che adoro da morire ‘sti giochetti cretini, che adoro leggere, che sono una ficwriter e ficreader fermarmi a un gioco librario, quando Facebook pullula di taaaaanti giochetti su taaaaanti argomenti! *_* Certo che no! E così ecco a voi un altro su uno dei miei amori: le fanfiction (e, in generale, la scrittura amatoriale). In realtà il gioco originale si riferisce solo alle storie postate su EFP, ma siccome io non sono mai stata monoarchivio (e, oltretutto, molte delle mie storie preferite sono altrove), ho deciso di dargli un’impronta più generale.
Rispetto alle mie risposte su FB, qui ne ho cambiate di più perché mi sono accorta di aver citato alcune storie un po’ troppe volte. XD Questo è accaduto perché non avevo letto tutte le domande prima; adesso che le conosco tutte, è molto più facile poter scegliere altre storie. Ovviamente, non sempre ce l’ho fatta: dopotutto, quando una storia – o la produzione di un autore – è meravigliosa, lo è e basta. Anzi, mi fate un favore piccolo piccolo? Se magari una di queste storie vi colpisce e volete leggerla, RECENSITELA: in fondo questi giochi servono anche a sponsorizzare bravi autori e belle storie… e magari ad aumentare l’autostima di un autore grazie a qualche recensione! XD
Ah, e state pure tranquilli: non posterò solo post di questo genere d’ora in avanti. Forse.

A voi!

1. Una storia che ti ha fatto ridere
No Tinkling Please, We’re British, di Roxe (come tutte le storie di questa autrice), perché, beh… è IC, è divertente, è… bellissima! Mi fa morire! XDDDDD

2. Una storia che ti ha fatto piangere
Difficile da dire, perché è molto raro che una storia mi commuova fino alle lacrime. Ricordo che mi piacque moltissimo fu L’angelo Mitsui, di Kaeru, ma anche varie fanfiction su Saiyuki.

3. Una storia che ti ha fatto riflettere
Ormai quella storia non esiste più. Era di Eneri, si trovava su fanfiction.it e… più che una storia era una specie di sfogo su quanto i rapporti “virtuali” potessero essere veri e belli come quelli reali. Non ricordo neanche il titolo, anche se ce l’ho sicuramente su qualche cd di backup.

4. Una storia che ti ha fatto battere il cuore.
Starry Christmas, di Wren. Perché è dolcissima, romantica, divertente e… e tutto! *_* Se solo la finisse presto! ç_ç

5. Il personaggio più cattivo
Difficile, perché ogni storia ha il suo. Però Nabiki di Ne resterà soltanto uno, di Tiger Eyes penso che si piazz bene in classifica. Già adeso mi fa venire la pelle d’oca; non oso immaginare più in là!

6. Il personaggio più dolce
Benjamin, l’omonimo protagonista della storia di Lisachan. Ok, ce ne sono tantisismi altri, ma il primo che mi è venuto in mente è lui.

7. Il personaggio che più ti ha fatto incazzare
Simone, di Secret’s Blues di BlueSmoke. Perché, beh, non lo posso dire, sennò è spoiler! XD

8. Il personaggio più divertente
Tony, di Una tazza per due, di Graffias: mi fa morire! XDDD

9. Il personaggio più tormentato
Di solito evito storie troppo trippose, ma uno dei personaggi che mi sono rimasti impressi è Sanzo de L’urlo silenzioso dell’anima, di Victor. Sì, c’è da dire che lei è una MarySue fatta e finita, e che non so se oggi mi piacerebbe ancora, ma, quando uscì, l’adorai. Madò, ma quanti anni sono passati= XD Era il… 2003 o 2004, credo.
Avrei voluto citare altre fic, ma poi con gli autori diverrei monotematica. XD

10. Il personaggio che hai odiato di più
Posso dire Il Consiglio di Foedus Custodum, di Graffias? Sì, posso.
Sappiate che questa storia sarà nominata spesso, eh.

11. Un personaggio in cui ti sei immedesimato
Dana, di Martini&Cioccolato di Nee. Praticamente sono io.

12. Un personaggio che vorresti avere come amico/a
Odio ‘ste cose, perché non posso dare una sola risposta! ç__ç Visto che non posso citare un mio personaggio per ovvi motivi XD (voi che mi conoscete, avete capito subito chi è! XD) dico Fay di Horitsuba Festival, di Yuki Delleran – anche se in realtà io citerei Fay-san a prescindere, anche nel manga! XD

13. Un personaggio che vorresti come fidanzato/a
Ted Lupin di About Us, di Graffias. *__* Voglio conoscere un ragazzo così! *___* Presentatemelo ADESSO! *_*
Ok, anche quello delle altre storie di Gra, ma il primo amore non si scorda mai!

14. Un personaggio da “una botta e via”
Alex, di Love drops. Come il sapore del vino, di BlueSmoke. Per carità, io adoro Alex, eh, e conosco tipi MOLTO più da una “botta e via” (Sì, Christian parlo ANCHE di te!), però, beh, diciamo che è il primo che mi è venuto in mente. XD

15. Il personaggio che vorresti al tuo fianco per andare a fare pazzie
E lo so che sono ripetitiva, ma non posso farci niente. Romi di Foedus Custodum, di Graffias. Perché… beh, leggete la storia e lo capirete anche voi! XD

16. Una citazione che ti ha colpito
Praticamente tutte le battute di Blaise Zabini in Twilight of Innocence di Graffias, e il titolo stesso della storia.

17. La coppia più complicata
Doumeki e Watanuki di Destino inevitabile, de Le Streghe. In realtà sarebbe tutto molto più facile se quell’idiota di Watanuki la piantasse di farsi film mentali assolutamente inutuli! >_>

18. La coppia più romantica
Ne ho lette varie, ma quella che mi è piaciuta di più, probabilmente, è la RonHermione di Behind the wall of sleep di Elivi.
E ho appena scoperto che su EFP la storia non c’è più! T_T
*Si nasconde nell’angolino per disperarsi in pace!*

19. La scena lemon che ti ha infuocato di più
Preso!, di Graffias. Perché? Beh… leggetela! XD Se penso alla sua origine, mi viene ancora da ridere! XD

20. La storia che ti ha coinvolto di più
Chiedi la luna, di Graffias. Non si può spiegare il motivo, perché altrimenti si spoilererebbe la trama. Vi basti sapere che alcune cose presenti in questa storia mi hanno fatto davvero male, perché me ne hanno fatte ricordare altre.

21. La storia storica preferita
Ne resterà soltanto uno di TigerEyes. L’ho già citata, ma devo ammettere che altre storie storiche fatte veramente BENE, che mi siano piaciute davvero, non ce ne sono.

22. La storia romantica preferita
The last Colombine. Nonostante io e il romanticismo siamo parecchio agli antipodi!

23. La storia drammatica preferita
Non è la mia preferita, ma Obscurity, di Stars_Daughter mi è piaciuta molto.

24. Una oneshot che ti ha colpito
Diciassette gradini, di LivingTheDream . Ok, non vedremo MAI una cosa simile (e lo spero, visto che in quel caso non sarebbe più Sherlock Holmes!), ma l’evoluzione della storia è così naturale, lo stile così leggero e ironico, i salti temporali così semplici, ma ben costruiti che… il finale diventa IC nonostante in realtà non lo sia.

25. La storia che vorresti trovare in libreria
In realtà vorrei dirne un’altra, ma so qualcuno qua mi ucciderebbe! Anche perché l’ho nominata già troppe volte XD Quindi chi vuol capire capisca! U_U
Così mi do alle RPF con E a me, del tuo nome? di Shizuru117: non amo le RPF – anzi, le evito a prescindere – ma quando la lessi (perché conoscevo l’autrice e perché mi ispirava il titolo), anni fa, pensai che non sarebbe stata male, come libro. Chissà se lo penserei ancora! °_°

26. La storia che vorresti vedere al cinema
È da quando ho iniziato questo gioco che mi penso, ma, mi spiace, non sono riuscita a trovarne una. Forse perché a me piace più immaginare che vedere, oppure perché nessuna ha quelle caratteristiche essenziali per poter essere portate al cinema (o, viceversa, sono troppo complesse per una pellicola).

27. La storia che non ti stanchi mai di rileggere
Gli ultimi capitoli di Fouedus Custodum, About Us di Graffias e I wanna grow in your garden, di Roxe. E devo ammettere che, ogni volta che la rileggo, rido come una scema! XD

28. La storia preferita del tuo autore preferito
Ammetto, non so quale sia la storia preferita di Gra – eddai, l’avevate capito tutti che era lei! XD – ma, siccome questa storia piace anche a me, dico In mutande da te, di Serintage.

29. La storia per cui hai scritto la recensione più lunga
Seeeeh! XD Gra, Tiger e Blue hanno avuto un sacco di recensioni kilometriche da me! XD Quindi non saprei. XD Al massimo potrei chiedere a Simo se può scoprire qual è la recensione più lunga che ho lasciato su FW.it, ma su EFP non sapei. XD

30. La storia “scelta” per eccellenza
Sì, ok: lo so che lo sapete tutti! XD Foedus Custodum di Graffias. Perché è semplicemente MERAVIGLIOSA.